CROAZIA/ EDIT: SOSTEGNO SOLIDARIETÀ E IMPEGNO CONTRO I TAGLI ALLA CASA EDITRICE DELLA CNI

Posted on May 5, 2016


FIUME\ aise\ – Le difficoltà dell’EDIT, la storica casa editrice della Comunità Nazionale Italiana in Slovenia e Croazia, sono al centro dell’attenzione in Croazia.
L’EDIT si trova difatti in un momento particolarmente difficile dal punto di vista economico, anche a seguito del recente taglio dei fondi ricevuti dallo Stato croato. In tanti, negli ultimi giorni, si sono schierati a sostegno della casa editrice della CNI, dall’Ordine dei giornalisti a diverse forze politiche e rappresentanti istituzionali, fino ad esponenti del mondo della cultura, tutti concordi che l’EDIT e il suo quotidiano storico, La Voce del Popolo, sono un patrimonio di tutto il Paese.
Fondamentale in tal senso il lavoro del presidente dell’Unione Italiana, nonchè deputato della CNI al parlamento croato, Furio Radin, che è intervenuto in aula sul tema lo scorso venerdì 29 aprile. L’On. Radin ha voluto sottolineare l’importanza dell’italiano come elemento culturale della società croata, criticando aspramente il taglio dei fondi attuato dal ministero della Cultura e annunciando un programma di attività politiche per fronteggiare l’emergenza.
Lo stesso Radin ha affiancato i dipendenti dell’EDIT che sono scesi in piazza lo scorso 3 maggio a Zagabria, per partecipare alla manifestazione indetta in occasione della Giornata mondiale della libertà di stampa e per far sentire la propria voce. (aise) 

Advertisements
Posted in: Uncategorized