Quota associativa, le Comunità degli Italiani dicono no

Posted on April 16, 2015


Dopo gli ormai annuali tagli ai finanziamenti della Comunità nazionale italiana da parte di Roma, tagli che si susseguono da una decina d’anni, arriva il suggerimento di una sorta di autotassazione degli Italiani in Croazia e Slovenia per lo svolgimento delle loro attività: si tratta in pratica di una quota associativa mensile di un euro per ogni connazionale; altre misure proposte, la partecipazione alle spese del gruppo di attività in cui si è iscritti e la cessione in affitto a terzi di una parte degli spazi all’interno delle comunità. L’idea è partita dal Comitato di coordinamento per la minoranza italiana in Slovenia e Croazia, tenuto conto della necessità di contenere e razionalizzare al massimo le spese. Mentre la Giunta esecutiva dell’Unione Italiana riunita ad Albona si era limitata a prenderne atto, la discussione è stata poi approfondita nella riunione dell’Attivo consultivo dei presidenti delle 53 Comunità degli Italiani. E il suggerimento ha incontrato parere decisamente negativo.

 

LEGGI L’ARTICOLO

http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2015/04/13/news/quota-associativa-le-comunita-degli-italiani-dicono-no-1.11231837

Posted in: Uncategorized