Porto Ancona,+23% merci e -8% passeggeri

Posted on March 30, 2015


Traffici da Grecia +5% ma pesa interruzione crociere Costa

Si chiude con un impennata di traffici merci (8,5 milioni di tonnellate, +23%) il 2014 per il porto di Ancona, che torna ai livelli del 2010. Movimentazioni aumento per tutti i tipi di prodotti ad eccezione delle merci in tir e trailer (-2%): dalle merci solide (+3%), in particolare rinfuse (+9%), a quelle in container (+7%) fino alle liquide, soprattutto prodotti petroliferi destinati all’Api (4,7 milioni di tonnellate, +46%).Meno brillante, soprattutto a causa del mancato approdo delle Crociere Costa, il fronte dei passeggeri, che ha fatto registrare un -8% con 1.080.116 transiti. Segnale positivo viene dalla ripresa dei traffici greci (+5%) dopo un’emorragia di passeggeri causata dalla grave crisi economica.
Il quadro lo ha tratteggiato oggi il presidente dell’Autorità portuale Rodolfo Giampieri, che ha giudicato i dati “molto incoraggianti, considerata la delicata crisi economica a livello generale. Ci sono – ha commentato – segnali importanti di inversione di tendenza che ci portano a guardare al futuro con ragionato ottimismo”. Intanto l’Authority è impegnata ad accelerare i tempi per realizzare le opere in corso e migliorare gli standard dei servizi portuali: “Stiamo lavorando – ha detto Giampieri – anche per la semplificazione delle procedure. Il nostro obiettivo è agevolare la competitività delle imprese e rafforzare l’occupazione”. Ma l’Ap si appresta anche alla “sfida dell’estate 2015: oltre a riavvicinare la città al porto vogliamo valorizzare lo scalo con iniziative in fase di studio con Welcome to Ancona e Comune, per far aumentare la permanenza in città dei passeggeri in transito per visitare il territorio”.
Per quanto riguarda le opere, entro giugno verranno completati il Molo di sopraflutto (68 milioni di euro) destinato a proteggere dai venti la Banchina Marche, che avrà anche una seconda lanterna di riferimento e l’escavo dei fondali (-10 mt) antistanti la banchina 26 per cui si stanno affidando i lavori. A maggio scade il bando per il prolungamento della Banchina Marche (280 mt per arrivare a 600 mt; 37 milioni): le opere verranno affidate entro l’anno. Entro il 2016 verranno aggiudicati i lavori per adeguare la banchina 22 (8,5 milioni). Il traffico merci (extra-comunitario) ha raggiunto 5,2 miliardi di euro (1,95 miliardi di export destinato soprattutto al Medioriente, in particolare Dubai, e al Mediterraneo orientale): se il numero di container, quadruplicato dal 1995, è cresciuto (164.882 Teu, +8%), il numero di tir e trailer è calato per l’efficientamento dei carichi (126.010, -4%). Tra le merci sono aumentati alimentari e cereali (+37%), metalli, metallurgici e minerali (+12%). In calo il carbone (-27%). Netto il calo del traffico crocieristico (37.220, -66%) ma anche il transito complessivo dei passeggeri è diminuito (-8%). Con Msc Crociere sono stati 9.110 i crocieristi che hanno scelto Ancona come home port (28.110 quelli in transito). Il flusso dalla Grecia è risalito (726.560 transiti) come quello albanese (56.711; +23%) mentre è calato il croato (258.819; -21%).

Posted in: Uncategorized