A CAPODISTRIA L’INCONTRO TRA TINA KOMEL E MAURIZIO TREMUL

Posted on July 11, 2014


CAPODISTRIA\ aise\ – Cordiale incontro oggi, 10 luglio, a Capodistria tra Maurizio Tremul, in rappresentanza dell’Unione Italiana, e Tina Komel, parlamentare uscente alla Camera di Stato della Repubblica di Slovenia e candidata per il Partito Slovenia Positiva-PozitivnaSlovenija.

Tremul ha voluto ringraziare Tina Komel “per il suo lavoro svolto, innanzi tutto come parlamentare e poi come Ministro per gli Sloveni nel Mondo, prima connazionale ad aver ricoperto una carica di Governo così prestigiosa, fatto questo che ha riempito di orgoglio la Comunità Nazionale Italiana”.
Komel e Tremul hanno convenuto sulla necessità di “far applicare coerentemente i diritti riconosciuti alla Comunità Nazionale Italiana, con particolare accento a quelli linguistici, la cui attuazione è indubbiamente carente, sia a livello di organi e Istituzioni statali, ma anche a livello locale”. In questo senso, a parere di entrambi, “vanno moltiplicati gli sforzi da parte dei soggetti responsabili affinché il bilinguismo nei territori nazionalmente misti diventi una prassi normale e consolidata nell’operato quotidiano di tutti: istituzioni e persone. La futura legge quadro per la CNI in Slovenia dovrà contenere tutti gli strumenti operativi affinché questi diritti siano compiutamente rispettati”.
Con l’entrata della Croazia nell’UE – è stato sottolineato durante l’incontro – l’unitarietà della Comunità Italiana “potrà ulteriormente rafforzarsi, favorendo i progetti di crescita delle sue Istituzioni, contribuendo a consolidare i rapporti di collaborazione con l’Italia e la Croazia”. In questo contesto, Komel e Tremul hanno voluto sottolineare “la positività dell’esistente proficua collaborazione organica tra la Comunità Italiana in Slovenia e Croazia e la Comunità Slovena in Italia; questa è un’indubbia opportunità che andrà confermata nei programmi di cooperazione europea 2014-2020 per l’area transfrontaliera Alto Adriatica”.
Durante l’incontro è stata ribadita, inoltre, l’importanza del costante sostegno al mondo della Scuole della CNI, sia per quanto riguarda gli investimenti edilizi, sia per quanto attiene invece quelli più marcatamente didattico-pedagogici e economici; alle attività più ampiamente culturali delle organizzazioni comunitarie e al loro adeguato finanziamento; alla tutela dell’identità del territorio d’insediamento storico della CNI; allo sviluppo dei valori della convivenza e del dialogo interculturale.
Infine, Tina Komel e Maurizio Tremul hanno convenuto sulla necessità di coltivare un “costante dialogo” tra le istituzioni rappresentative della Comunità Italiana e le forze politiche parlamentari slovene. (aise)

Posted in: Uncategorized