DA DOMANI A BOLOGNA IL FORUM DELLE UNIVERSITÀ ADRIATICO-IONICHE

Posted on December 4, 2013


BOLOGNA\ aise\ – Si apre domani a Bologna fino al 6 dicembre il Forum delle Università Adriatico-Ioniche sulla strategia di sviluppo dell’Unione europea per le regioni che si affacciano sull’Adriatico e sullo Ionio (Eusair).

La strategia interessa i territori di otto Paesi, di cui quattro Stati membri dell’Ue (Italia, Slovenia, Croazia, Grecia, Montenegro, Albania, Bosnia Erzegovina e Serbia).
I due giorni di lavoro saranno un’occasione di confronto tra pubblica amministrazione e Università sui temi macroregionali: è infatti prevista la partecipazione di istituti accademici ed enti di ricerca di tutta la macroarea Adriatico-Ionica e delle pubbliche amministrazioni membri dell’Euroregione Adriatico-Ionica (26 enti territoriali locali e regionali che rappresentano sette degli otto Paesi Eusair) e partner del progetto Adrigov (tredici partner da sei dei Paesi Eusair).
Il Forum si propone di sostenere la creazione di una “comunità della conoscenza” macroregionale, per condividere una consapevolezza comune sui possibili benefici di una unica strategia delle aree interessate. Si discuterà, ad esempio, di quali possano essere gli obiettivi e le sfide comuni, dello sviluppo sostenibile armonico dell’area, dell’organizzazione di un approccio unitario e attento alle esigenze dei territori e delle comunità, tutelando e promuovendo le diversità che caratterizzano la macroarea per migliorare l’efficacia e l’efficienza dell’azione pubblica.
La Regione Emilia-Romagna insieme all’Università di Bologna e all’Istituto per l’Europa centro orientale e balcanica di Forlì hanno costituito un laboratorio, nell’ambito del progetto Adrigov, al fine di garantire un’adeguata dimensione territoriale ed un’ampia partecipazione democratica alla definizione degli aspetti strategici della Eusair. L’obiettivo è innalzare la qualità, l’efficacia e l’efficienza dell’azione pubblica, e garantire un’ampia partecipazione democratica nei processi di programmazione e pianificazione multilivello.
Nel 2014 è previsto l’avvio di un piano d’azione che punta a coordinare le programmazioni multilivello per uno sviluppo territoriale armonico ed integrato della macroarea nei prossimi anni, sotto la supervisione della Commissione europea. (aise)
Posted in: Uncategorized