Fiume, al via la XII Gara di lingua italiana

Posted on September 27, 2012


Lunedì prossimo, 1.mo ottobre, avrà luogo la XII Gara di lingua italiana per gli studenti delle scuole medie superiori della CNI, nonché la XVI edizione della Gara di lingua italiana per gli alunni delle scuole elementari, promossa dal mensile per ragazzi “Arcobaleno” (EDIT). Le gare si svolgeranno a Pirano, presso la Scuola elementare “Vincenzo e Diego De Castro”.

 

Come annunciato da Norma Zani, responsabile del Settore scuola-educazione dell’Unione Italiana, quest’anno al regolamento della competizione sono state apportate delle modifiche. “Nell’ambito del regolamento che riguarda le scuole medie superiori, i cambiamenti hanno interessato lo svolgimento della prova scritta, che ormai da anni non dura più di 180 minuti, nonostante il fatto che nel regolamento, approvato nel 2000, per lo svolgimento dei temi scritti fossero stati previsti 240 minuti”, ha precisato la prof.ssa Zani, aggiungendo che la pratica ha dimostrato che 180 minuti sono più che sufficienti per portare a termine i temi scritti.

 

Un’altra modifica molto importante – per quanto riguarda gli studenti delle scuole medie superiori – è stata di includere pure i ragazzi delle prime e delle seconde classi. Infatti, il regolamento prevedeva finora la partecipazione di studenti esclusivamente delle terze e delle quarte. “Spesso e volentieri le scuole segnalavano talenti di prima e seconda classe, i quali, a causa delle disposizioni del regolamento, potevano prendere parte alla gara soltanto quando arrivavano in terza”, ha precisato la prof.ssa Zani. Introdotto, inoltre, l’obbligo del rilascio di attestati di partecipazione, cosa che si praticava ormai da anni, ma che appena ora è stata regolamentata.

 

“Sono state, infine, ritoccate le entità dei premi, che non avevano subito modifiche ormai da dodici anni. Gli importi per il primo, secondo e terzo premio sono stati aumentati. Sono state introdotte anche le menzioni onorevoli che finora non c’erano, ma venivano spesso richieste dalle commissioni giudicatrici. Pure le menzioni onorevoli avranno un ‘peso’ in denaro”, ha sottolineato Norma Zani, precisando che queste ultime modifiche riguardano anche il regolamento per le gare di italiano per le scuole elementari.

 

(fonte “La Voce del Popolo” 26 settembre 2012)