GIORNO DEL RICORDO: LE INIZIATIVE IN PIEMONTE E FRIULI VENEZIA GIULIA

Posted on February 10, 2012


ROMA\ aise\ – Ricorre domani, 10 febbraio, il Giorno del Ricordo, che commemora la tragedia delle foibe e l’esodo degli italiani dall’Istria, Fiume e dalla Dalmazia. Per l’occasione tante le iniziative organizzate in tutta Italia per celebrare la giornata.

 

Tra le altre, la mostra realizzata dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Comitato di Torino, e ospitata presso la Sala Mostre della Regione Piemonte, a Torino, fino al 19 febbraio.

L’esposizione è divisa in tre sezioni, che documentano la presenza degli italiani nei territori dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia dall’impero romano ai giorni nostri e la tragedia delle foibe e dell’esodo di cui furono vittime dopo l’annessione alla Jugoslavia sancita dal Trattato di Parigi del 1947.

Un dramma raccontato attraverso fotografie, cimeli, testi storici e giornali dell’epoca (come la storia illustrata dell’esodo della Domenica del Corriere), che rappresentano un patrimonio storico e culturale insieme alle tanti voci dei protagonisti di quelle vicende. In particolare, la terza parte ripercorre la parabola dei profughi istriani, fiumani e dalmati che arrivarono a Torino, della vita nei campi profughi e in quello cittadino delle Casermette di Borgo San Paolo, del trasferimento nelle case del villaggio di S. Caterina nel quartiere Lucento e dell’inserimento nella vita della città.

L’assessore regionale alla Cultura, Michele Coppola, che ha partecipato all’inaugurazione del 4 febbraio con il vicepresidente del Consiglio regionale, Roberto Placido, l’assessore all’Istruzione della Provincia di Torino, Umberto D’Ottavio, il consigliere comunale Alessandro Altamura e i rappresentanti dell’ANVGD, Antonio Vatta e Fulvio Aquilante, rammenta “il lavoro condiviso da parte di tutte le istituzioni piemontesi per dare voce ad una pagina della nostra storia troppo spesso trascurata. Non si possono dimenticare – dice – fatti drammatici che riguardano tutti noi italiani. La nostra Regione è al fianco delle associazioni degli esuli, attivamente impegnate nel promuovere iniziative ed eventi rivolti soprattutto ai giovani, per tramandare la loro testimonianza. Siamo quindi orgogliosi di accogliere – conclude – questa mostra nella nostra sede di piazza Castello e mi fa piacere che sia un’altra sede regionale, il Circolo dei Lettori, a ospitare il convegno sulla tragedia delle foibe in programma sabato 11 febbraio”.

Nel Giorno del Ricordo, anche il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo ribadisce “la solidarietà verso chi ha subito le tragedie delle foibe e dell’esodo durante e alla fine della seconda guerra mondiale” e afferma che “la coscienza di un popolo non dimentica tanto dolore”.

“Il ricordo – aggiunge il presidente – rimane sterile se non produce in noi, cittadini e rappresentanti delle istituzioni, la decisa volontà di rendere concreto l’ideale di un’Europa dei popoli, nella quale sia impossibile il ripetersi di tanto orrore. Quell’ideale ha fatto molta strada ed ha cambiato la geografia politica anche in questa parte dell’Europa dove, onorando chi è stato schiacciato dalle tragedie del passato, siamo impegnati – conclude Tondo – a realizzare una società giusta e operosa in un’Europa senza confini”. (aise)

http://www.aise.it/index.php?option=com_content&view=article&id=105534:giorno-del-ricordo-le-iniziative-in-piemonte-e-friuli-venezia-giulia-&catid=101:comunita&Itemid=234

Posted in: 10 febbraio